PANE FOR EVER

Eccomi qui di nuovo a proporvi del buon pane. Il pane sta in tavola tutti i giorni. E’ buono sempre. D’estate pane e pomodoro non possono che metterci di buon umore. Ho utilizzato il mio licoli che mi dà sempre dei validi risultati. Potrei dilungarmi a lungo su ciò che mi suscita il pane. Farlo, mangiarlo, offrirlo, ma sicuramente mi sto ripetendo. Quindi passo subito alla ricetta. Da questa ricetta ricaverete due bei filoni. Uno per voi e con l’altro farete felice qualcuno!

Ingredienti per il pre-impasto:

  • 70 gr. di licoli
  • 70 gr. di acqua
  • 70 gr. di farina di frumento “2”

Ingredienti impasto:

  • 1400 gr. di farina di frumento “2”
  • 950 gr. di acqua
  • 15 gr. di malto
  • 30 gr. di sale

La sera prima preparo il mio pre-impasto in una ciotola che dopo un paio d’ore, ed averla chiusa, riporrò in frigo per la notte. Al mattino in una ciotola parecchio capiente metto tutta la farina e circa 500 grammi della nostra acqua. Impasto sommariamente e lascio la ciotola, coperta con un panno, per un paio d’ore circa tranquilla tranquilla. Passate le due ore metto la restante acqua nella ciotola del pre-impasto insieme al malto. Sciolgo bene e unisco il tutto alla farina. Impasto per qualche minuto poi aggiungo il sale e impasto ancora per 5 minuti. Tutto in ciotola. Procedo poi a 4 serie di pieghe in ciotola distanti 30 muniti ognuna. Ripongo al riparo l’impasto e al raddoppio (ci vorrà qualche ora) lo trasferisco sulla spianatoia cosparsa di abbondante farina. Faccio altre 2 serie di pieghe a 4 distanti 30 minuti l’una dall’altra e formo i miei filoni che metterò a lievitare per circa 15 ore in frigo dentro a dei cestini avvolti in un panno cosparso di farina. I filoni vanno poi delicatamente ribaltati su una placca da forno ed infornati a 220 ° per 15 minuti circa. Poi abbassare a 200° e lasciare altri minuti, abbassare ancora a 180° e finire la cottura.

Buon pane a tutti!

IL PANE

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Fare il pane non solo mi piace, mi aiuta e mi fa stare bene. Il pane fatto in casa dispensa buon umore. Quando il pane sta in tavola mi sembra che non manchi nulla. Amo anche regalarlo. Dividere il pane mi fa sentire meno sola e in armonia con il mio prossimo. Questa ricetta l’ho presa dal Gruppo di pasta madre su Facebook. In verità è la ricetta della pizza Manola, ma, su indicazione di una mia collega, ne ho ricavato delle pagnotte di tutto rispetto. Veramente un pane eccellente che si conserva per vari giorni.

Ingredienti:

  • 1000 gr. di farina di frumento “0”
  • 100 gr. di farina di semola di grano duro
  • 700 gr. di acqua
  • 180 gr. di pasta madre liquida
  • 20 gr. di sale
  • un cucchiaio di malto di riso

Come tutti sappiamo il pane fatto in casa con la pasta madre ha bisogno dei suoi tempi. Nel pomeriggio faccio l’impasto. Lavorarlo a mano non è proprio semplice perché è molto idratato. La buona notizia è che non occorre lavorarlo a lungo. Poi inizio con il praticare una serie di 3 piegatura a distanza di 30 minuti l’una dall’altra. Metto l’impasto in una ciotola chiuso con la pellicola e lascio poi lievitare per qualche ora in un posto riparato. In seguito metto la ciotola dentro il frigorifero fino al mattino. Una volta tolto l’impasto dal frigo lo lascio tranquillo per un paio d’ore. Divido poi l’impasto di due e ne faccio delle pagnotte. Lascio lievitare per almeno 4 ore prima di praticare i tagli e mettere le pagnotte in forno per circa 10 minuti a 200° poi altri 30 minuti circa a 180°.

Buon pane a tutti!!!!

 

PANE INTEGRALE AI SEMI

Pane, mon amour.
E’ bello fare il pane con la farina macinata in casa. E’ profumata, colorata, soffice e tiepida!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Vi propongo un pane veramente gustoso. Si conserva per molti giorni ed è sempre buonissimo.
Questi gli ingredienti:

  • 400 gr. di farina di frumento integrale
  • 100 gr. di farina di frumento tipo “0”
  • 300 gr. di acqua
  • 200 gr. di pasta madre
  • 50 gr. di semi di girasole
  • 40 gr. di semi di sesamo
  • 25 gr. di malto di riso
  • 20 gr. di olio evo
  • 14 gr. di sale

Per prima cosa vi consiglio di tostare i semi per esaltarne il sapore ed il colore. Li metto in una padella calda e girando continuamente li lascio andare sul fuoco per qualche minuto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Li lascio poi freddare mentre preparo le altre ciotole.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In una ciotola  metto la pasta madre ed il malto che sciolgo bene con i 300 gr. di acqua. Verso poi il contenuto di questa ciotola in un’altra ciotola dove avrò miscelato bene le farine, il sale e i semi. Mescolo un po’ e aggiungo infine l’olio, mescolo ancora e passo l’impasto sulla spianatoia. Lavoro l’impasto per circa 5 minuti aiutandomi con un po’ di farina perché l’impasto risulta un pochino colloso. Attenzione a non aggiungere troppa farina. Metto poi la palletta a lievitare per circa 6 ore in un luogo tranquillo e riparato dalle correnti d’aria. Prendo poi l’impasto e pratico una serie di pieghe. Lascio ancora riposare per circa un’ora. Do al pane la forma che più mi piace. Come sapete io faccio delle belle pagnotte. Incido a mio piacere la pagnotta e metto di nuovo a lievitare per circa 4 ore. Infine inforno a 180° per circa 50 minuti.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Lascio raffreddare prima di tuffarmi sul pane.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Buon pane a tutti!

PANE ALL’OLIO

Come sapete e non mi stanco mai di ripetervi: per me fare il pane è fonte di gioia e benessere. Il pane che vi propongo oggi è particolarmente versatile e gradito ai ragazzi. Lo posso gustare semplicemente oppure posso farvi tanti buoni panini per merende e picnic. L’aria a Roma profuma già di primavera, quindi mettiamoci subito all’opera.
Ingredienti:

  • 430 gr. di farina di frumento tipo “0”
  • 190 gr. di acqua
  • 140 gr. di pasta madre
  • 20 gr. di zucchero di canna
  • 60 gr. di olio evo
  • 6 gr. di sale

In una ciotola metto la pasta madre che sciolgo con 190 grammi di acqua oligominerale a temperatura ambiente. Verso poi il contenuto in un’altra ciotola dove ho messo precedentemente la farina, lo zucchero, il sale. Mescolo velocemente e aggiungo anche l’olio. Mescolo ancora un pò  e passo il composto sulla spianatoia. Impasto per qualche minuto sentondo sotto le mani che l’impasto diventa sempre più liscio. Lo metto poi a lievitare lontano da correnti d’aria per almeno 4 ore. Procedo poi con una serie di piegature e lascio riposare ancora per un’ora. Poi do alla mia palletta la forma allungata del pane in cassetta e lo sistemo dentro lo stampo. Lascio riposare ancora per almeno 3 ore o almeno fino a che l’impasto non si sarà raddoppiato.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Metto poi a cuocere in forno caldo a 180° per circa 40 minuti.
Ecco il mio pane all’olio. Morbido ed alveolato in modo uniforme come piace a me!!!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Buon pane a tutti!

PANE DI FARRO

Fare il pane è per me fonte di grande gioia. Ora che ho il mulino, “le grandi manovre” iniziano con il macinare il farro. La farina è profumata e calda, ma nulla al confronto dell’aroma che si spanderà per tutta la casa mentre l’indomani cuocerò il pane. Questo pane di farro è veramente buonissimo. Francesca ne ha mangiato tanto tanto. Prima di passare alla ricetta voglio segnalarvi la lezione che terrò a  http://www.cuochepercaso.it/gi_calendario.asp  .
La lezione come potrete vedere consultando il calendario ci sarà il 19 di marzo. Mi divertirò a giocare con la pasta madre. Parlerò di lei e farò insieme a tutti quelli che parteciperanno un pane dolce ed uno salato. Spero di riuscire a trasmettere un po’ di tutto quel buono che la pasta madre ed il fare il pane ha aggiunto alla mia vita.
Torniamo al nostro pane di farro. Inizio la sera prima con il rinfresco della mia pasta madre. Ne prelevo 200 grammi e ci aggiungo 100 grammi di farina di frumento tipo “0”.  Formo una palletta che incido a croce e lascio riposare, riparata dalle correnti d’aria, per un paio d’ore e la ripongo poi in frigo. In questa stagione potrei benissimo lasciarla fuori da frigo, ma d’estate è meglio di no. Prima di andare avanti ecco gli ingredienti:

  • 300 gr. di pasta madre rinfrescata la sera prima
  • 500 gr. di farina di farro integrale
  • 200 gr. di farina di frumento tipo “0” + 50 gr. che utilizzerò per aiutarmi durante le manovre d’impasto
  • 430 gr. di acqua
  • 20 gr. di sale
  • un cucchiaio di malto di riso
  • 45 gr. di olio evo

Al mattino sciolgo i 300 grammi di pasta madre ottenuta con l’acqua e aggiungo il malto. Verso il contenuto in un’altra ciotola dove avrò miscelato le farine e il sale.  Mescolo un po’ e aggiungo alla fine l’olio. Mescolo ancora e passo il tutto sulla spianatoia. Inizio ad impastare. L’impasto risulterà abbastanza colloso perciò dovrete aiutarvi con un po’ di farina per riuscire ad impastarlo bene. Lo metto poi dentro la ciotola e, coperto con la pellicola, lo lascio riposare per circa 3 ore in un luogo riparato. Poi lo riprendo e procedo con la prima serie di piegature. Lascio riposare sopra la spianatoia per un’ora coperto con un canavaccio. Trascorsa l’ora procedo poi con la seconda serie di piegature. Lascio riposare ancora per un’ora e procedo poi a dare al mio pane la forma che preferisco. A me piace molto fare delle grosse pagnotte.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
 Forse sarebbe meglio farne dei pani lunghi. Insomma date al vostro pane la forma che più vi piace. Incidete a piacere e ponete al riparo dalle correnti per altre 4 ore circa.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ora posso mettere a cuocere il pane nel forno preriscaldato a 180° per circa un’ora. Mi raccomando una volta cotto non vi buttate subito a pesce sul pane, è meglio lasciarlo raffreddare prima di consumarlo!OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Buon pane a tutti!!!

PANE AL GERME DI GRANO

Il germe di grano è molto prezioso per la nostra salute e bellezza. Ho fatto questo pane pensando anche al sapore e al colore deciso che avrebbe avuto. Infatti non mi sbagliavo. Possiamo iniziare la giornata con questo pane generosamente spalmato di marmellata.
Ingredienti:

  • 700 gr. di farina di frumento tipo “2”
  • 100 gr. di germe di grano
  • 250 gr. di pasta madre
  • un cucchiaio di malto
  • 420 gr. di acqua
  • 1 cucchiaino di sale

Come al solito miscelo la farina, il germe di grano e il sale. In un’altra ciotola sciolgo la pasta madre nell’acqua aggiungendo anche il malto e verso il tutto sopra alle farine.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Miscelo un po’ il tutto, lo passo sulla spianatoia e impasto per qualche minuto fino ad ottenere una palla liscia e compatta.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La metto a riposare sotto un panno e al riparo dalle correnti per circa tre ore. Trascorse le tre ore procedo con le piegature come per un qualsiasi altro pane e lascio riposare per circa un’ora.  Poi darò la forma che desidero al mio pane e inciderò la superficie con un coltello. Metto poi a lievitare nel forno spento per altre tre ore circa.
Infine metto il pane nel forno preriscaldato fino a 180° e cuocio per circa 40 minuti. Come sapete i tempi di cottura variano molto in base alla forma, il forno e il gusto.OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Avrete un pane dal fascino sicuro per corposità e colore. OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Buon pane a tutti!

PANE DEL MATTINO AL CIOCCOLATO

Iniziare al mattino con una fetta di questo pane predispone al buon umore.
Dolce, cioccolatoso e profumato quanto basta!Pane03[1]
INGREDIENTI:

  • 400 gr. di farina di frumento “0”
  • 100 gr. di farina di frumento integrale
  • 200 gr. di acqua temperatura ambiente
  • 170 gr. di pasta madre rinfrescata la sera precedente
  • 10 gr. di malto di riso
  • 70 gr. di zucchero di canna
  • 5 gr. di sale
  • 30 gr. di elio evo
  • 15o gr. di cioccolato fondente extra

Pane02[1]Metterò in una ciotola la pasta madre, l’acqua e il malto amalgamando bene il tutto. Verserò poi il contenuto di questa ciotola in un’altra più grande dove avrò messo le farine, lo zucchero e il sale. Amalgamerò ancora bene il tutto e poi aggiungerò anche  l’olio. Passerò il composto sulla spianatoia di legno e inizierò ad impastare per qualche minuto. Poi incorporerò il cioccolato ridotto a piccole scagliette e andrò avanti ad impastare per circa 10 munuti. Metterò al riparo di un panno la palletta ottenuta per un paio d’ore. Eseguirò poi le piegature come ho spiegato nella ricetta del pane di tutti i giorni. Lascierò riposare la collinetta per circa 30 minuti e poi darò la forma che desidero al mio pane al cioccolato. I tempi di lievitazione variano in base alla temperatura. In questa stagione 5 ore dovrebbero essere abbastanza. Diciamo che devo puntare al raddoppio!Pane01[1]

IL MIO PANE DI PASTA “MAMMA”

pane01 E’ arrivato il momento di presentarvi la mia pasta madre o “mamma” come la chiama Luca. Ho fatto la sua conoscenza un anno fa e da allora, con grande gioia, ho prodotto pani e focacce sempre molto profumati e, soprattutto, molto digeribili.
E’ una pasta madre vegana fatta nascere 23 anni fa da Simone Salvini, cuoco vegano, noto per la sua fantasia e dedizione alla cucina vegana. Nasce da un impasto di mela verde frullata, acqua e farina di frumento di tipo“2”. Si conserva in frigorifero. Le sue proporzioni sono tanto di acqua, quanto di farina. Quando faccio il pane e prelevo 300 grammi di pasta madre, devo aggiungere a quella che rimane 150 grammi di farina e altrettanto di acqua a temperatura ambiente.
Questo procedimento andrebbe fatto ogni 2 o 3 giorni. Se non faccio il pane così spesso, devo comunque rinfrescare la pasta madre. Si chiama rinfresco anche se a me sembra proprio di nutrirla, la faccio mangiare! Lo faccio togliendone almeno 100 grammi per poi reinserirli con 50 grammi di farina e altrettanta acqua. I 100 grammi prelevati posso utilizzarli diluendoli in acqua che userò per annaffiare le piante, meglio non sprecare nulla.
La pasta madre è un esserino vivente e, come tale, è sensibile. Temperatura, durezza dell’acqua, farine, mani che la trattano: ognuna di queste cose ha una fondamentale importanza e incide sulla sua forza e crescita. Ha bisogno di poche attenzioni, ma non possiamo dimenticarcela in frigo troppo a lungo, perché sicuramente si deprimerà, diventerà troppo acida e successivamente morirà. Nel prendersi cura di lei un po’ d’amore non guasta, vi assicuro che ve lo restituirà tutto e di più.
I pani di pasta madre sono semplici da eseguire, ma occorre avere pazienza per i tempi di lievitazione che sono molto più lunghi di quelli del lievito di birra.
Il pane che vi propongo oggi è quello di tutti i giorni. Ottimo anche per tartine e bruschette.Ingredienti:

  • 250 grammi di pasta madre
  • 500 grammi di farina tipo “0”
  • 300 grammi di farina integrale
  • 10 grammi di sale
  • 410 grammi di acqua
  • 1 cucchiaino di malto di riso (non è indispensabile)

Preparazione: Mettere in una ciotola la pasta madre, l’acqua e il malto, amalgamando il tutto. In altra ciotola miscelare le farine con il sale. Rovesciare poi il liquido sopra alle farine e impastare sommariamente. Il tutto va poi passato sulla spianatoia di legno. S’impasta dall’esterno all’interno. Sbattere per tre volte e impastare con cura per almeno 10 minuti. Sentiremo sotto le mani che l’impasto si lega: il glutine comincia a fare il suo dovere. L’impasto di questa ricetta risulta sodo, ma morbido. pane02Riporre nella ciotola e coprire con un panno umido. Dopo tre ore circa passarlo di nuovo sulla spianatoia per le piegature in questo modo: si schiaccia delicatamente con le mani l’impasto come per sgonfiarlo un po’ fino a formare una specie di rettangolo, si piegano i lembi dall’esterno all’interno e poi si ripiega ancora dal basso verso l’alto. Appare come una collinetta di pasta di pane. Si lascia riposare così per circa 30 minuti, poi si darà la forma desiderata. Mettere a lievitare nel forno spento, sempre coperto da un panno umido, per 4 ore circa. I tempi di lievitazione cambiano in base alla temperatura. In ogni caso, facciamoci guidare dai sensi… vista e olfatto. pane03Dopo essere stato messo in forma deve almeno raddoppiare e avere un buon odore (non acido). Ottenuto il risultato, togliere il pane dal forno. Accendere quindi il forno e portarlo a circa 200 gradi di temperatura. Cuocere il pane per 30minuti circa. Questi tempi sono per una pezzatura media, diciamo tre pani lunghi. Se si vuole una bella pagnottona i tempi saranno un po’ più lunghi.

 

Buon pane a tutti!!!

pane04