NORWEGIAN WOOD

immagine 29

“E’ solo che non voglio che nessuno entri mai più dentro di me. Non voglio che nessuno mi possa più sconvolgere in quel modo.”

“E’ per questo che sto scrivendo. Sono uno di quelli che per capire le cose ha assolutamente bisogno di scriverle.”

“E mentre osservavo le particelle di luce che fluttuavano luccicanti in quello spazio silenzioso, mi sforzavo di leggere dentro di me. Che cavolo stavo cercando? E che cosa cercavano gli altri in me?”

“- Non fare quello che si vuole, ma quello che è necessario. Questo è essere un gentiluomo.”

“Comunque in questo periodo che non ho potuto vederti ho capito una cosa. Che se ce l’avevo fatta ad andare avanti per tanto tempo era perché c’eri tu. Che stare senza di te era troppo duro, troppo triste.”

H. Murakami

 

“SPLENDORE”

splendore

“Faccio un passo verso di me. Mi stringo al mio corpo. Quanti passi verso di me farò nella mia vita?”

“Rimasi accanto alla mia cara madre fino alla fine, piegato sul cuscino a guardare il suo volto, la pelle tesa come fredda stoffa nel tombolo delle ossa.”

“Stupiti ci sollevammo in quel cielo di plastica arancione , ci piegammo come uomini sulle messi e raccogliemmo il nostro grano in quell’immenso splendore.”

“Ci si innamora quando si fa l’amore, la carne è l’unica spiaggia che le anime hanno.”

“I segreti sono i nostri migliori amanti, i più spregiudicati e tonici. Ci frustano, ci risvegliano di colpo.”

“Avrei dovuto prendere degli ansiolitici … Non volevo occlusori di emozioni. Volevo restare me stesso, catatonico, furioso, marcio, ma me stesso.”

“La paura è la più grande memoria dell’uomo.”

“Siamo sempre obbligati a rinascere in un remoto luogo dell’universo.”

Margaret Mazzantini

VITA

Guardare indietro ci serve per andare avanti.

vita_“… perché amava raccontare e sapeva che solo ciò che viene raccontato è vero.”

” Voglio un bacio per ogni parola.”

“Vita sapeva che non potevano capire. Non avrebbero mai capito cosa c’era accanto a lei. Non ne erano capaci – non avevano abbastanza immaginazione.”

“La gente pensa  che i ricordi rendono tristi, disse. Invece è vero il contrario. Si diventa tristi quando si dimentica.”

“I soldati sembrano attori sul palcoscenico della loro morte.”

“A ogni pianerottolo, infatti , si apriva un vasto loggiato, guarnito da due tozzi pilastri quadrati e da una balaustra di legno verniciata di bianco. Ma la vernice sembrava già scrostata. Questo palazzo somigliava all’Italia – aveva avuto una sua dignità e l’aveva persa.”

CECITÀ

Cecità

“… c’è sempre stato chi si è riempito la pancia con la mancanza di vergogna …”

“Vecchia e assassina, pensò ma sapeva che se fosse stato necessario avrebbe ammazzato di nuovo, E quand’è che è necessario ammazzare, si domandò avviandosi verso l’atrio, e si rispose da sola, Quando ormai è morto ciò che è ancora vivo.”

“Se mai avrò di nuovo gli occhi, vedrò veramente gli occhi degli altri, come se ne stessi vedendo l’anima. L’anima, domandò il vecchio dalla benda nera, O lo spirito, il nome non importa, fu allora che, sorprendentemente se teniamo conto che si tratta di una persona che non ha fatto gli studi superiori, la ragazza dagli occhiali scuri disse, Dentro di noi c’è una cosa che non ha nome, e quella cosa è ciò che siamo.”

“Cecità” di José Saramago

NON SOLO IN CUCINA

libro

“Fino a ieri sera, camminando per le strade bagnate di Vallcarca, non avevo capito che nascere in quella famiglia era stato un errore imperdonabile.”

Inizia così questo romanzo di appena 769 pagine, ma, Francesca mi fa notare che  gia da queste prime righe fa venire voglia di essere letto.  E’ stato per me un viaggio bello anche se parecchio impegnativo da più punti di vista. Ne è valsa la pena ed è per questo che provo a stimolare la vostra curiosità.

“Anche se Poussin ha dipinto il quadro pensando che a parlare fosse la morte, che è sempre presente ovunque, persino negli angoli reconditi della felicità.”
“L’inferno è sempre pronto a entrare in un qualsiasi angolo nascosto della nostra anima.”
“L’opera d’arte è l’enigma che nessuna ragione può dominare.”
“L’arte è la mia salvezza, ma non può essere la salvezza dell’umanità.”

Buona lettura.