NEVE

NEVE A ROMA

Nevica fitto fitto.
Si muove veloce e silenziosa.
Anche intorno c’è silenzio.
Sembra che tutti si siano fermati
per guardarla.
Le bocche un po’ aperte.
Lo sguardo a cercare
quel bianco insolito.
Sospiri.
Appuntamenti mancati.
Poco importa.
Pausa di candore vestita.
Ora c’è il tempo per ascoltare il silenzio,
quel turbamento
che tutto dice e nulla pretende.

Annunci

SEMPLICEMENTE GRAZIE

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Grazie per questo cielo non sempre sereno che scopro quando chiudo gli occhi.

Grazie per le ore di luce e quelle dell’ansia che non s’arresta.

Grazie per questa capacità di gustare che ho sulla pelle, sui nervi.

Grazie per tutte le case dove il mio cuore ha trovato dimora.

Grazie per questa voglia di cercare azzurro e pace che non s’arrende mai.

Grazie per la gratitudine che provo!

 

 

 

MICA FACILE

Non è facile invecchiare.
Ci provo.
Non nell’invecchiare, quello fa tutto da solo senza chiedere il permesso.
Nel provare a renderlo facile.
Non sono le rughe, neanche la linea curva sempre più curva.
E’ la fragilità, la paura.
Soprattutto quando vi guardo, cuccioli adorati, che tanto cuccioli non siete più!

14594487275_0541436823_z

PAROLE

6185093244_3df50d4cbf_z

Vorrei essere un biglietto che, 
piegato stretto,
tieni dentro la mano destra.
Quando devi afferrare qualcosa lo depositi in tasca,
per riprenderlo poi.
A volte, distrattamente,
avvicini la mano al cuore,
che io possa sentire il suo ritmo che rassicura.
Oppure la poni sotto il mento,
a sorreggere la testa,
che io possa ascoltare l’eco dei suoi pensieri.
E’ un biglietto bianco
perché ormai le parole sono inconcludenti
e scivolano via troppo veloci.