I PANGOCCIOLI

Dopo tanto tempo eccomi qui con una ricetta che piacerà a tutti i bambini e non solo. I mitici pangoccioli. Ho utilizzato le uova più “felici” che si possano immaginare. Le galline e le papere di Chiara scorrazzano libere e felici in ogni dove. Quindi le loro uova sono altrettanto felici!

 

Gli ingredienti:

  • 550 gr. di farina “0”
  • 100 gr. di licoli
  • 3 uova medie
  • 150 gr. di latte di riso
  • 90 gr. di zucchero di canna
  • 90 gr. di burro vegetale (quello di olio evo è preferibile)
  • la buccia grattugiata di un limone biologico
  • un cucchiaino di polvere di vaniglia
  • un pizzico di sale
  • 100 gr. di gocce di cioccolato fondente
  • un po’ di zucchero a velo

Se vogliamo sfornare i nostri pangoccioli la domenica mattina dobbiamo iniziare la preparazione il sabato mattina. Aggiungo al licoli 50 gr. di farina. Impasto fino a ricavarne una piccola pallina liscia e morbida che incido e lascio lievitare in una ciotolina coperta da pellicola per almeno 3 ore. In seguito aggiungo alla pallina tutto il latte di riso e con l’aiuto di una forchetta sciolgo il lievito bene bene. Prendo una ciotola capiente e miscelo i 500 gr. di farina rimanenti, lo zucchero, la vaniglia e la buccia grattugiata del limone. Vi verso sopra il lievito sciolto nel latte di riso, le uova battute prima in piatto e inizio ad impastare in ciotola. Aggiungo anche il sale ed impasto ancora bene. Poi aggiungo una metà del burro vegetale. Impasto ancora fino a totale assorbimento del burro ed aggiungo poi l’altra metà. Impasto ancora per almeno 5 minuti e dopo aver coperto la ciotola con della pellicola la metto in luogo riparato per farla lievitare almeno per 6 ore. A questo punto devo aggiungere le gocce di cioccolato all’impasto.

 

Ora, aiutandomi con una piccola bilancia e un po’ di farina sulle dita formerò le mie palline di circa 60 gr. ognuna. Se ne ricavano circa 20. Le dispongo su un’ampia placca da forno rivestita con della carta da forno. Devono essere disposte un pochino distanti l’una dall’altra per lasciarle liberamente lievitare. Metto la placca nel forno spento e lascio lievitare fino al mattino dopo. Cuocio i pangoccioli a 180° per circa 15/20 minuti.

Un delizioso profumo aleggerà in tutta la casa. Un po’ di zucchero a velo aggiungerà dolcezza a tanta morbidezza!!!

Buona domenica

Annunci

LA TORTA DI PASTA MADRE CON LE MELE

Questa è la mia torta preferita. Occorre un po’ di pazienza per prepararla, ma vi assicuro che ne vale la pena. E’ profumata e leggera. Coniuga amabilmente il calore della cannella con il sentore acido delle mele e della pasta madre.
Si inizia a preparare la pasta madre per questa torta il pomeriggio del giorno prima. Prelevo 120 grammi di pasta madre liquida e ci aggiungo 40 grammi di farina. Incorporo bene la farina e lascio lievitare questo composto in un contenitore chiuso e fuori dal frigorifero, ma lontano da correnti d’aria. Dopo 3 – 4 ore aggiungo altri 40 grammi di farina e lascio lievitare ancora per 3-4 ore. In questo modo ottengo i 200 grammi di pasta madre solida che mi occorrono.Ecco gli ingredienti:

  • 200 gr. di pasta madre
  • 300 gr. di farina di frumento “0”
  • 200 gr. di zucchero di canna
  • 2 uova
  • 200 gr. di latte di riso
  • 100 gr. di olio evo
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • un pizzico di sale

Mi occorrono poi  4 belle mele che condirò con un cucchiaio di zucchero e un cucchiaino di cannella in polvere.
La sera metto la pasta madre in un ampio recipiente.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAAggiungo il latte di riso a temperatura ambiente

OLYMPUS DIGITAL CAMERAe 200 grammi di farina.

OLYMPUS DIGITAL CAMERADevo girare bene l’impasto fino a che non risulti abbastanza liscio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAChiudo il recipiente con la pellicola e  lascio lievitare tutta la notte in un posto riparato e lontano da correnti d’aria. Io lo metto dentro il forno, spento naturalmente.
Al mattino si presenterà così:
OLYMPUS DIGITAL CAMERAIn un’ altra ciotola metto le uova con lo zucchero, un pizzico di sale e le giro con le fruste fino a che il composto non risulti abbastanza gonfio. Ci aggiungo poi la cannella e i 100 grammi di farina rimasta e incorporo tutto bene bene.
A questo punto devo unire i due impasti. Verso l’impasto con le uova sopra a quello di pasta madre e inizio a girare con un mestolo di legno dal basso verso l’alto. Questa operazione va fatta con dolcezza e pazienza fino a che l’impasto complessivo non risulti omogeneo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOra verso l’impasto nel mio stampo da forno.
OLYMPUS DIGITAL CAMERALascio lievitare per almeno 4 ore.

OLYMPUS DIGITAL CAMERANel frattempo preparo le mele in questo modo.
Le sbuccio e le faccio a spicchi non troppo grandi. Le metto subito in un’ampia padella con un cucchiaino di cannella e un cucchiaio di zucchero (cannella e zucchero li miscelo prima).

OLYMPUS DIGITAL CAMERALe lascio andare a fuoco allegro per circa 3 minuti facendo attenzione che non si rompano.

OLYMPUS DIGITAL CAMERALe lascio raffreddare e poi le dispongo sopra l’impasto lievitato.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAE’ finalmente arrivato il momento  di mettere la mia mega torta in forno. Questa che vi ho illustrato è una doppia dose. Siccome il procedimento è un po’ lungo quando la faccio raddoppio sempre la dose e faccio così felice mia madre e mia suocera regalandone un pezzo a loro. Una volta ho messo anche delle noci sbriciolate sopra alle mele, ci stanno benissimo, ma questa volta non le avevo.
Inforno quindi la torta a 180 ° e la lascio cuocere circa un’ora. Vi ricordo che i tempi di cottura sono indicativi. In questo caso avevo una torta molto grande. Dipende poi anche dallo stampo se è più o meno ampio. Controllate ogni 15 minuti la cottura e verso la fine aiutandovi con uno stecchino.

OLYMPUS DIGITAL CAMERADopo tanta fatica vi concedete la vostra fetta di torta!

OLYMPUS DIGITAL CAMERABuon appetito!