HENRY HARGREAVES

No secondos,
CONFORT FOOD E FOTOGRAFIA.
“La connessione tra cibo e mente, tra nutrimento e istinto, viene rappresentata in questa serie di scatti fotografici con la strategia creativa della ricostruzione in studio. Henry Hargreaves gioca con i colori di arcobaleni commestibili, inverte i ruoli tra utile ed edibile, si documenta sui desideri da camerino delle più grandi star, scherza nei titoli con le peggiori abitudini alimentari e indaga il nesso possibile tra l’efferatezza di un delitto e l’appetito, naturale o simbolico, del condannato.
Questa esposizione, è un viaggio che parte  dalla quotidianità, dove la velocità nelle relazioni e nel nutrimento è indice di un’attenzione estetica che prevale su tutto, che ci identifica come soggetti dal pathos fragile e dalle facili consolazioni, dove il cibo può diventare vero strumento di conforto o segnale utile all’interpretazione di una psiche.”

Ho avuto la possibilità di visitare questa mostra al Museo della Follia a San Servolo, Venezia.
Qualche scatto per voi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ho partecipato ad un contest. Mi è stato chiesto cosa ordinerei come ultimo pasto se fossi una condannata a morte. Ho riflettuto solo un attimo. “Un bicchiere d’acqua fresca, nient’altro.”

Annunci

3 pensieri su “HENRY HARGREAVES

  1. Un post dolorosamente interessante. Anche io in effetti mi sono trovato a pensare: ma se sto per morire consapevolmente, cosa vado a mangiare? Non credo che ne avrei voglia. Sì, molto meglio l’acqua. Ma più di un bicchiere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...