MARMELLATA DI PESCHE CON MANDORLE

b05[1]

Non poteva mancare la signora pesca. Questa marmellata è arricchita da mandorle tostate e vaniglia.

b02[1]

Metto in una pentola capiente un chilo di pesche private dell’osso e ridotte a pezzi. Scusate ma a me scappa da ridere quando scrivo le ricette da brava e appassionata dilettante. Insomma dopo aver martirizzato ben bene queste pesche le “finisco” mettendole a sobbollire per circa un’ora senza coprire. Poi spengo il fuoco e con molta attenzione frullo la frutta con il frullatore ad immersione. A me piace anche lasciare alcuni pezzi. Aggiungo poi 500 grammi di zucchero di canna e due pezzi di baccello di vaniglia, ma non prima di averlo aperto per tutta la sua lunghezza. Solo alla fine, dopo aver sobbollito il tutto per circa due ore, raschierò con il coltello l’interno del baccello ricco di tanti piccolissimi semi scuri e profumati. Anche le mandorle tostate e tritate le aggiungerò solo alla fine della bollitura. Verso poi la marmellata ancora molto calda nei barattoli di vetro lavati ed asciugati con cura e li metto a testa in giù fino a che non sono completamente freddi.

b01[1]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...