PANE DAL CUORE DOLCE

wr15[1]Trovo questo dolce molto semplice e nello stesso tempo completo. Utilizzare il pane per la creazione di un dolce sano e gustoso mi entusiasma. Chi mi conosce sa che non amo alzarmi da tavola senza aver avuto la mia piccola dose di dolce, la voglio e la pretendo, fosse anche solo un cucchiaino di marmellata su un centimetro di pane.
Il dolce è la ciliegina sulla torta.
E’ la carezza che mi faccio.
E’ il mio dirmi: “vai bella che stai andando bene!”
Nello stesso tempo non amo i dolci troppo dolci e so che troppo zucchero non ci fa affatto bene. Ecco come nasce il mio pane dal cuore dolce. Io propongo questa versione, ma con questa base di pane potrete variare il ripieno usando la fantasia e quello che avete in casa.
Questi gli ingredienti del mio pane dal cuore dolce.

  • 350 gr. di farina di frumento”0″
  • 80 gr. di farina di frumento integrale
  • 200 gr. di acqua a temperatura ambiente
  • 150 gr. di pasta madre rinfrescata la sera precedente
  • 20 gr. di zucchero di canna
  • 6 gr. di sale
  • 50 gr. di olio evo

In una ciotola metterò la farina, lo zucchero e il sale e mescolerò bene con una spatola dall’alto verso il basso per più volte. Diciamo che faccio respirare la farina. In un’altra ciotola metterò la pasta madre che scioglierò con l’acqua. E’ un’ operazione che faccio con le mani e con una certa dolcezza. Verserò il composto nella ciotola degli ingredienti asciutti e mescolerò un po’ poi aggiungerò anche l’olio, magari precedentemente emulsionato con un cucchiaio d’acqua tolto dal totale. Mescolerò il tutto per un minuto e metterò l’impasto sulla spianatoia di legno. Qui lo lavorerò per 10 minuti circa. A volte mi succede di lavorarlo anche solo 5 minuti e devo dire che il risultato è comunque buono. Ritmo ed un po’ d’energia sono però necessari. Poi faccio fare tre salti al mio impasto. Cioè prenderò la mia palletta, la solleverò fino all’altezza del viso e poi la lascerò cadere di colpo. E’ una sorta di rito. Una mia collega che me l’ha visto fare mi ha detto “Ma io lo faccio con molta più forza, lo sbatto proprio”.
Miei cari, che devo dirvi, io tratto con dolcezza il mio pane anche quando lo faccio saltare!
Mettero poi la mia palletta liscia e morbida sotto un panno umido e la lascerò tranquilla per un paio d’ore circa lontana da correnti d’aria.
Vi ricordo che la temperatura è molto importante per la lievitazione. D’estate due ore sono abbastanza. D’inverno consiglio di arrivare a tre ore. Dopo procedo con una serie di piegature in questo modo: schiaccerò con le mani la palletta che sarà già un po’ lievitata fino a formare un rettangolo alto circa un paio di centimetri. Poi ripiegherò il lato destro fino al centro e coprirò con il lato sinistro. Otterò così un rettangolo molto più strettro, ma più alto che piegherò ancora piegando il lato in alto verso il centro e coprendo con il lato in basso. Avrò così la mia piccola montagnetta fatta a chiocciola. Lascerò riposare per un’ora circa sempre sotto un panno umido e lontano da correnti. Poi dividerò la palletta in due parti uguali da cui ricaverò due rettangoli alti circa un centimetro. E’ un’operazione che faccio con le mani sulla spianatoia avendo cura di mettere sotto un po’ di farina per evitare che l’impasto si attacchi. A questo punto distribuirò su tutto il rettangolo il composto fatto di nocciole, uva sultanina e zucchero. Il malto di riso lo distribuirò con il cucchiaio facendolo filare su tutto il rettangolo. Solo dopo potrò arrotolare il mio grosso cannolo di pane dal cuore dolce. In realtà i connoli sono due. Li metterò poi delicatamente sullo stampo da forno avendo cura di non metterli troppo vicini. Coprirò i cannoli di pane e li lascerò lievitare per almeno quattro ore dentro il forno naturalmente spento. Quando saranno lievitati li toglierò dal forno che porterò ad una temperatura di circa 190 gradi. Vi consiglio di non cuocere questo pane in forno ventilato. Metterò i pani in forno per circa 30 minuti. Fatevi sempre guidare dai sensi. Vista, olfatto al primo posto, ma anche il tatto vi aiuterà. Attenti a non scottarvi, a me capita spesso.
Questi gli ingredienti per il cuore dolce. Le dosi sono per entrambi i pani.

  • 150 gr. di nocciole tostate e tritate
  • 100 gr. di uva sultanina precedentemente lavata e asciugata
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 4 cucchiai di malto di riso

A me piace servire questo pane a fette accompagnato da una confettura. Sono due anni che riscuoto un discreto successo con la marmellata di melone e limone. Trovo che con questo pane ci stia molto bene. Mettere la ricetta di questa marmellata molto presto.

wr13[2]

Annunci

3 pensieri su “PANE DAL CUORE DOLCE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...